Rassegna stampa

 

27/12/2006

IL GIORNALE DI MONZA

MENTRE NASCE UN CENTRO PER LA FAMIGLIA, LANZETTA SE NE VA

Un ospedale tutto dedicato alla cura della Mamma e del Bambino da 0 a 18 anni. Un sogno nato vent’anni fa da Giovanni Verga, fondatore del Comitato Maria Letizia Verga e del professor Giuseppe Masera, direttore del reparto di Ematologia Pediatrica dell’ospedale San Gerardo. Un sogno che potrebbe realizzarsi in meno di due anni grazie ad una nuova fondazione, quella della Mamma e del Bambino di Monza e Brianza in collaborazione dell’Azienda Ospedaliera San Gerardo. Il progetto, illustrato alla stampa e alla cittadinanza nell’estate del 2006, costerà 21 milioni di euro. Esso prevede la ristrutturazione dell’avancorpo dell’attuale ospedale San Gerardo dove verranno ricavati due piani nuovi nei quali verranno ubicati i reparti (che oggi sono ancora nel vecchio ospedale di via Solferino) di: Ostetricia e Ginecologia, Patologia Neonatale, Pediatria, Ematologia Pediatrica e Day Hospital oltre agli ambulatori. La struttura è di proprietà dall’Azienda Ospedaliera San Gerardo, il Comune di Monza si occuperà dei permessi per la realizzazione delle opere, mentre il finanziamento per la nascita del nuovo ospedale è stato affidato alle donazioni dei privati. E per questo Monza è interessata da una campagna di raccolta fondi a tutto tondo lanciata dall’Associazione Onlus Alveare della Vita. A breve si saprà quale impresa si è aggiudicata la gara d’appalto per la costruzione del nuovo ospedale. Se la tabella di marcia verrà rispettata, è probabile che nel 2008 il nuovo ospedale sarà una realtà. E se da una parte la sanità monzese si arricchisce, dall’altra parte perde una pedina importantissima. Si tratta di Marco Lanzetta, il celebre microchirurgo della mano che lo scorso 2 luglio ha comunicato ufficialmente il suo «divorzio» con la città di Monza. Il medico, famoso in tutto il mondo per i suoi interventi miracolosi alle mani, ha interrotto la sua collaborazione con l’Università di Milano Bicocca e quindi con l’Azienda Ospedaliera San Gerardo. Secondo indiscrezioni maturate in ambiente universitario, la decisione del professor Lanzetta sarebbe dovuta ai ritardi nella realizzazione di un nuovo centro di Microchirurgia ricostruttiva della mano in programma a Monza già da molto tempo. Lanzetta, che lavorava alle dirette dipendenze dell'Università e non dell'ospedale, lasciato il lavoro in corsia. Il medico è volato a a lavorare in Australia, dove realizzerà il suo sogno, ma non ha chiuso il suo studio monzese per dare la possibilità ai pazienti, vittime di incidenti sul lavoro, di curarsi.

DOVE SIAMO

Telefono: +39 039 23 24 219
E-Mail: info@iicm.it
Indirizzo: Vicolo Scuole 5 - Monza - IT

COME PRENOTARE

La prenotazione può essere effettuata:
  • di persona presso la nostra sede a Monza, vicolo Scuole 5, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 18,00
  • telefonando al n. 039 23 24 219
La segreteria fornirà le informazioni circa le formalità di accettazione, i documenti da presentare e come raggiungerci. Per disdire la prenotazione telefonare al n. 039 23 24 219 o inviare un fax al n. 039 23 15 228 o una e-mail all'indirizzo info@iicm.it