Rassegna stampa

 

28/06/2005

IL GIORNALE DI MONZA

UNA SCUOLA PER I MICROCHIRUGHI

Una scuola di Chirurgia della mano a Monza. Questo è l’obiettivo a medio termine del dottor Marco Lanzetta, direttore del Centro di chirurgia della mano dell’ospedale San Gerardo, e di un gruppetto di imprenditori e liberi professionisti che hanno da poco fondato «Una mano alla Brianza»: un’associazione non-profit che opera a favore di chi ha subito traumi agli arti superiori. L’ha annunciato lo stesso Lanzetta giovedì scorso al Tea Rose Cafè, in piazza del Duomo, durante la conferenza di presentazione della prima iniziativa della nuova associazione: «Via le mani da lì». Oltre al chirurgo, hanno preso parte all‘a conferenza stampa ’incontro l’imprenditore Luca Rovati, presidente di «Una mano alla Brianza»; l’avvocato Bruno Santamaria, socio fondatore dell’associazione, e Claudio Rossetti di Echo Comunicazione d’Impresa. «Via le mani da lì» è un progetto da 20.000 euro che prevede la realizzazione di manifesti informativi da affiggere nelle bacheche delle aziende di tutta la Brianza per prevenire gli infortuni alla mano e spiegare come comportarsi in situazioni di primo soccorso: dalle lesioni più semplici alle più complesse. «Ad esempio chi si taglia un dito spesso si affretta in ospedale con il dito avvolto in un fazzoletto e non dentro un contenitore con del ghiaccio – ha sottolineato l’avvocato Bruno Santamaria – In certi ambienti sarebbe opportuno inserirli nel kit di primo soccorso. E in futuro l’associazione potrebbe farsi carico delle spese di fornitura». Oltre ai manifesti, sarà realizzato un filmato su supporto digitale, da poter utilizzare al di fuori delle aziende per dibattiti, conferenze e affini. Il progetto si avvale della consulenza del dottor Lanzetta e del suo staff. Sul piano economico, la Fondazione della Comunità di Monza e Brianza ha finanziato metà dell’iniziativa; e hanno contribuito anche il Lions Monza Host e alcuni privati cittadini. Inoltre «Una mano alla Brianza» intende presentare il progetto alle associazioni di categoria (industriali, artigiani e commercianti). «Non potevo non aderire con grande entusiasmo a questo progetto, perché mi riguarda molto da vicino - ha dichiarato il microchirurgo Lanzetta - Il contesto geografico è ricco d’imprese e, anche se la Lombardia è all’avanguardia nell’applicazione della legge 626 per la sicurezza sul lavoro, purtroppo gli incidenti accadono, soprattutto il lunedì mattina e il venerdì pomeriggio». In media gli infortuni sul lavoro in Lombardia sono quasi 160.000 all’anno, circa il 17% del totale italiano. «Sono 2 i momenti cruciali legati al trauma: il momento distruttivo dura un attimo e noi, come associazione, non possiamo essere incisivi - ha continuato Lanzetta - Il momento ricostruttivo, invece, dura un’eternità. Noi intendiamo ridurre quest’eternità. E consentire agli infortunati di ritornare a lavorare il prima possibile. Per questo il territorio ha bisogno di impiantare una scuola, formare il personale, investire in organico. Sia per la fase di ricostruzione che per quella di riabilitazione. In pratica intendiamo creare a Monza il sistema delle fellowship: un programma di formazione per chirurghi italiani e stranieri, finanziato da università, ospedali e altre istituzioni». Un progetto ambizioso che richiede investimenti importanti e gestione efficiente. «Per il momento il territorio ha risposto bene all’appello - ha commentato Bruno Santamaria, socio fondatore - Quindi non solo una mano alla Brianza, ma una mano dalla Brianza alla Brianza».

DOVE SIAMO

Telefono: +39 039 23 24 219
E-Mail: info@iicm.it
Indirizzo: Vicolo Scuole 5 - Monza - IT

COME PRENOTARE

La prenotazione può essere effettuata:
  • di persona presso la nostra sede a Monza, vicolo Scuole 5, dal lunedì al venerdì dalle ore 9,00 alle ore 18,00
  • telefonando al n. 039 23 24 219
La segreteria fornirà le informazioni circa le formalità di accettazione, i documenti da presentare e come raggiungerci. Per disdire la prenotazione telefonare al n. 039 23 24 219 o inviare un fax al n. 039 23 15 228 o una e-mail all'indirizzo info@iicm.it